To Top

 

  TitoloBasamento modulare per centro di lavoro
  Sommario
L’invenzione concerne un basamento modulare e componibile per centri di lavoro, quali le macchine utensili ricofigurabili, che integra sia la funzione strutturale, di sostegno dei dispositivi montati sul centro di lavoro, sia quella di distribuzione dei fluidi, liquidi o aeriformi, necessari per il funzionamento dei processi e delle lavorazioni che sono effettuate con i suddetti dispositivi. La soluzione costruttiva, basandosi su componenti ampiamente diffusi (tubi, flange e profilati) pur garantendo le caratteristiche di rigidezza richieste dalle macchine utensili, riduce i costi dei basamenti e azzera in pratica i costi e i tempi per l’installazione degli impianti di servizio alle lavorazioni.
  Stato della tecnica
Mentre la modularità e componibilità sono utilizzate in altri settori quali arredamento (Ikea), giocattoli (Lego), edilizia (pareti attrezzate), nel settore delle macchine utensili non esistono esempi di basamenti modulari e componibili. Tradizionalmente i basamenti sono monolitici, realizzati in ghisa, mediante fusione, o in acciaio saldato; le loro dimensioni sono fissate in fase di progetto in base al volume di lavoro, alle sollecitazioni e alla potenza massima prevista.
  Invenzione
L’invenzione rivendica basamenti modulari per centri di lavorazione per l’industria meccanica. Tradizionalmente il basamento fissa la posizione e vincola le traiettorie relative tra utensile e pezzo in lavorazione. Con riferimento alle figure, il basamento modulare rivendicato comprende: dei montanti verticali (2); delle traverse orizzontali (5 e 6), fissate ai montanti verticali (2), che guidano e consentono di traslare linearmente delle tavole (50 e 60) sulle quali sono sistemati i pezzi in lavoro (P) e i dispositivi, p.e. elettro-mandrini (51), che effettuano la lavorazione sui pezzi; delle tubazioni orizzontali parallele (4) e perpendicolari (3) alle suddette traverse (5 e 6) che collegano tra loro i montanti verticali (2) mediante delle flange (35 e 45) che presentano alle loro estremità delle flange (41 e 31) per l’accoppiamento strutturale e a tenuta idraulica di più moduli. Le tubazioni orizzontali (4 e 3) realizzano due funzioni, quella strutturale e quella di distribuzione dei fluidi di processo, ad esempio lubro-refrigeranti, aria compressa, gas tecnici etc., che possono essere portati con attacchi rapidi (9) ai dispositivi e ai pezzi in lavorazione.
  TitolaritàUniversità degli Studi di Genova
  Proprietà industrialeFamiglia di brevetto priorità ITALIA n° 102017000137650 (attivo PCT)
  E-mail di contattobrevetti@unige.it
  Tagsbasamento macchina utensile, centro lavorazione riconfigurabile, distribuzione fluidi processo, modularità, scalabilità
  Vantaggi
Volume di lavoro della macchina utensile modularmente estendibile; Non è necessaria l’installazione degli impianti di distribuzione dei fluidi di processo in quanto già integrati nel basamento; Rapidità di trasformazione del layout del centro di lavoro; Se utilizzato unitamente al sistema rivendicato in WO2017137938A1, il centro d lavorazione è possibile 1) cambiare facilmente le tecnologie di processo con costi e tempi trascurabili, 2) modulare la capacità produttiva in base alla domanda, 3) ridurre il capitale immobilizzato nelle macchine utensili.
  Applicazioni
Industria meccanica manifatturiera; Sistemi meccanici modulari di automazione; Condivisione della capacità produttiva dentro la fabbrica e tra fabbriche dello stesso distretto industriale.
  Stadio di sviluppo
Prototipo esposto alle fiere internazionali Maker Faire Rome nel 2017 e nel 2018.
  Immagine n° 1
  Immagine n° 2

Sei interessato ad incontrare l’inventore di questo brevetto durante la sessione B2B del 7 maggio?
Registrati e prenota un appuntamento!
Se sei già registrato procedi direttamente cliccando il pulsante PRENOTA

 

Promosso da

Organizzato da

In collaborazione con

Corriere della Sera

 

Con la partecipazione di

Con il patrocinio di

 

 

 

InnovAgorà © All Rights Reserved