To Top

 

  TitoloBonifica di acquiferi contaminati mediante nanoparticelle metalliche
  Sommario
Pacchetto di tre brevetti inerenti gli interventi di bonifica in falde contaminate tramite l’iniezione nel sottosuolo di sospensioni di micro- e nano particelle reattive. Le tecnologie, finalizzate alla bonifica di acquiferi contaminati o alla produzione di mezzi filtranti catalitici, utilizzano reagenti economici ed ecocompatibili e consentono di superare le problematiche legate ai sistemi attualmente utilizzati.
  Stato della tecnica
Una delle tecniche di bonifica più promettenti è la nanoremediation, che consiste nell’iniezione nel sottosuolo di micro e/o nanoparticelle reattive nei confronti dei contaminanti. Uno degli aspetti più critici nell’applicazione di questa tecnica riguarda l’introduzione e la veicolazione delle particelle reattive all’interno dell’acquifero contaminato poiché sono spesso caratterizzate da un’elevata tendenza all’aggregazione, alla sedimentazione e alle perdite di materiale reattivo.
  Invenzione
La prima tecnologia, Nanotune, presenta un metodo per il controllo del trasporto e della deposizione di sospensioni colloidali in mezzi porosi, in particolare per il trattamento delle falde contaminante. Consiste nell’iniezione nel sottosuolo di una sospensione colloidale stabile e di un agente destabilizzante. Il secondo brevetto, CoMET, è un metodo innovativo per la sintesi di micro e nanomateriali a base di metalli di transizione zero-valenti (es. ferro). La sintesi avviene per riduzione chimica in ambiente acquoso di sali metallici per mezzo di agenti riducenti a basso costo e basso impatto ambientale. Infine il terzo brevetto, AquiRem è un metodo per la formazione e deposizione in mezzi filtranti di micro-/nanoparticelle e rivestimenti contenenti uno o più metalli zerovalenti (ZVM) la cui sintesi avviene direttamente all'interno del mezzo filtrante per riduzione chimica di ioni metallici ad opera di agenti riducenti inorganici eco-compatibili e a basso costo. Se necessario, la sintesi è favorita dall'applicazione di un campo elettrico.
  TitolaritàPolitecnico di Torino
  Proprietà industriale1 - Nanotune: domanda italiana di brevetto n. 102016000122632; 2 - CoMET: famiglia italiana di brevetto n° 102017000136603 (attivo PCT); 3 - AquiRem: domanda italiana di brevetto n. 102018000009831 (in priorità).
  E-mail di contattobrevetti.spinoff@polito.it
  Telefono Contatto0110903220
  Tagsbonifica acquiferi contaminati, nanoremediation, mezzi filtranti, microparticelle, nanoparticelle
  Vantaggi
Micro- e nanoparticelle prodotte in mezzi filtranti; Uso di reagenti economici ed ecocompatibili; Riduzione dei costi e della complessità tecnica della bonifica; Elevati raggi di influenza; Iniezione di reagenti in soluzione; Possibilità di controllo della zona di formazione dei nanometalli (controllo della posizione in cui viene creata la zona reattiva e della quantità di colloide depositato); Controllo sul destino della sospensione iniettata.
  Applicazioni
Bonifica di acquiferi contaminati; Produzione di letti filtranti reattivi; Produzione di mezzi filtranti catalitici e fotocatalitici; Produzione di nanomateriali supportati; Rigenerazione di nanoparticelle zero-valenti contenute in mezzi filtranti; Trattamento acque e aria: creazione letti filtranti reattivi; Marmitte catalitiche; Condizionamento mezzi filtranti e porosi: riduzione permeabilità.
  Stadio di sviluppo
TRL 3, in corso secondo PoC del Politecnico.
  Immagine n° 1
  Immagine n° 2
  Immagine n° 3

Sei interessato ad incontrare l’inventore di questo brevetto durante la sessione B2B del 7 maggio?
Registrati e prenota un appuntamento!
Se sei già registrato procedi direttamente cliccando il pulsante PRENOTA

 

Promosso da

Organizzato da

In collaborazione con

Corriere della Sera

 

Con la partecipazione di

Con il patrocinio di

 

 

 

InnovAgorà © All Rights Reserved