To Top

 

  TitoloUn microchip per l’anti-contraffazione di oli
  Sommario
Abbiamo dimostrato un nuovo concetto di viscosimetro realizzato su un chip microfluidico (microchip). Il microchip distingue gli oli puri da oli in miscela, e risulta quindi efficiente per valutare se oli di alta qualità siano stati tagliati con oli di qualità più scadente. Tale chip fornisce più informazioni di uno strumento commerciale ed è economico, usa-e-getta, compatto e semplice da utilizzare. E’ ideale per arginare frodi in ambito alimentare, effettuando analisi sul campo per l’anticontraffazione di oli.
  Stato della tecnica
In campo agroalimentare, la viscosità degli oli vegetali è un parametro particolarmente rilevante, dal momento che differisce significativamente in relazione alla loro natura, provenienza ed utilizzo. I classici strumenti di laboratorio richiedono volumi di campione su scala di millilitri e un set-up macroscopico; quindi, non sono utili per analisi sul campo quali ad esempio il monitoraggio della qualità degli oli nei ristoranti. Per tali applicazioni è necessaria la miniaturizzazione, sebbene tale operazione risulti difficile con le tecnologie attuali. In tal senso, i Lab on chips (LOCs) rappresentano una tecnologia all’avanguardia per produrre sistemi analitici a basso costo e portatili. I LOCs sono strumenti assai sensibili che permettono di miniaturizzare un intero laboratorio di analisi in un microchip. Grazie alla loro struttura compatta, i LOCs rappresentano una fonte preziosa di informazioni sulle proprietà dei fluidi ed una tecnologia in grado di produrre sistemi a basso costo, facili da usare, portatili ed accurati.
  Invenzione
Il funzionamento del chip si basa sul calcolo di valori di viscosità di oli puri con un errore inferiore all’1% effettuando una rielaborazione accurata dei dati sperimentali. Rispetto ad un sistema commerciale permette non solo di analizzare e classificare oli puri ma anche miscele; questo apre nuovi orizzonti verso la prevenzione delle frodi in campo oleario. Quindi il microchip per l’anticontraffazione risulta un sistema economico, portatile e monouso per monitorare, in tempo reale e sul campo la qualità degli oli alimentari. I chip sono prodotti utilizzando strumenti e tecnologie all’avanguardia presenti presso i laboratori del CNR-Nanotec. Sono testati usando una telecamera ad alta risoluzione e un computer dotato di un software opportuno per l’analisi dei risultati.
  TitolaritàCNR - Politecnico di Milano
  Proprietà industrialeDomanda di brevetto europeo N. 18177715.2 del 14.06.2018. “Viscosimetro capillare e metodo per analisi di fludi, in particolare olii” in cotitolarità con Politecnico di Milano (priorità dom. IT n. 102017000071008)
  E-mail di contattovalentina.arima@nanotec.cnr.it
  Telefono Contatto0832319827
  Tagsolio oliva, industriale, contraffazione, lab-on-chip, analisi molecolare, viscosità, agroalimentare, dispositivo, basso costo, laboratorio, NAS, microchip, LOC,
  Vantaggi
Strumento commerciale ed è economico, usa-e-getta, compatto e semplice da utilizzare. E’ ideale per arginare frodi in ambito alimentare, effettuando analisi sul campo per l’anticontraffazione di oli. Opportunità di mercato: considerata la vasta diffusione di oli alimentari nei paesi del Mediterraneo (Italia, Spagna, Grecia,…) ed il mercato ad essi correlato, riteniamo il microchip qui descritto utile per controllare la qualità degli oli nei ristoranti, o in altri luoghi pubblici dove l’olio viene riutilizzato ripetutamente per fritture, o in situazioni in cui l’eccellenza dell’olio extravergine d’oliva venga compromessa dall’aggiunta di oli di bassa qualità. Il metodo potrebbe essere esteso ad oli industriali o oli lubrificanti per monitorare i cambiamenti di viscosità correlati a trattamenti meccanici/fisici. Sono già in corso ricerche per verificare l’applicabilità del microchip in ambito industriale grazie all’interazione diretta con aziende interessate che vorrebbero utilizzarlo per monitorare la qualità dei loro oli in zone specifiche e/o presso i loro impianti.
  Applicazioni
Agroalimentare, contraffazione, qualità del cibo, oli industriali. Altre applicazioni: Il microchip per l’anticontraffazione degli oli vegetali potrebbe essere facilmente applicato al mondo degli oli industriali. In questo settore, sarebbe importante per valutare, per esempio, lo stato di salute dei trasformatori elettrici; ciò permetterebbe di limitare catastrofi di tipo ambientale, incrementando il livello di sicurezza degli impianti industriali.
  Stadio di sviluppo
Livello R&D Sviluppo e test del prototipo con oli puri ed in miscela. Il microchip è collegato ad una telecamera ed un pc; una miniaturizzazione di queste componenti in uno smart phone renderebbe il microchip portatile. TRL 4 Attuale. Scala di tempi per uno sviluppo industriale: Scala di tempi per uno sviluppo industriale: - 1 anno: Prototipo su scala di laboratorio (TRL5) - 2 anno: Prototipo portatile (TRL6)
  Immagine n° 1
  Immagine n° 2
  Immagine n° 3

Sei interessato ad incontrare l’inventore di questo brevetto durante la sessione B2B del 7 maggio?
Registrati e prenota un appuntamento!
Se sei già registrato procedi direttamente cliccando il pulsante PRENOTA

 

Promosso da

Organizzato da

In collaborazione con

Corriere della Sera

 

Con la partecipazione di

Con il patrocinio di

 

 

 

InnovAgorà © All Rights Reserved