To Top

 

  TitoloRimozione di oli minerali da carta / cartone
  Sommario
La tecnologia applicata alla produzione di carta/cartone ad uso alimentare rimuove gli oli minerali nel packaging e riduce il loro accumulo negli alimenti. La silice opportunamente modificata e messa a contatto con la soluzione di polpa di cellulosa rimuove sia la frazione alifatica, tossica, degli oli minerali, sia la frazione aromatica, potenzialmente cancerogena (EFSA 2012).
  Stato della tecnica
Nell’ambito della produzione degli imballaggi alimentari a base cellulosica, le tecnologie attualmente disponibili per ridurre la migrazione di contaminanti organici al cibo sono basate sull’addizione di barriere/componenti multilayer a base di polimeri plastici, alluminio o carbone attivo. In tutti i casi citati, i contaminanti non vengono rimossi dall’imballaggio cellulosico, che tende ad arricchirsi nel contenuto di oli minerali e altri contaminanti ogni qual volta il materiale viene riciclato per il riutilizzo. Inoltre, le linee produttive di packaging a base cellulosica accoppiate a materiali a effetto barriera o componenti multilayer prevedono linee produttive ad hoc con costi aggiuntivi di installazione e gestione.
  Invenzione
L’invenzione brevettata è in grado di rimuovere i contaminanti tossici (mineral oil saturated hydrocarbons: MOSH) e possibili cancerogeni (mineral oil aromatic hydrocarbons: MOAH) da carta/cartone tramite l’utilizzo di silici mesoporose modificate senza dover introdurre modifiche alle linee produttive di cartiera. La tecnica permette di produrre packaging preservando il colore neutro della cellulosa. Le silici sono facilmente recuperabili dalla soluzione acquosa, rigenerabili termicamente e riutilizzabili più volte in cartiera. La domanda di brevetto rivendica in particolare l’uso di silici mesoporose opportunatamente modificate ad elevata affinità per gli oli minerali.
  TitolaritàAlma Mater Studiorum Università di Bologna, Università degli studi del Piemonte Orientale «A. Avogadro»
  Proprietà industrialeDomanda internazionale di brevetto n. WO2018011735 (attiva in EU, US, CN)
  E-mail di contattokto@unibo.it
  Telefono Contatto0512099417
  Tagscartone riciclato per alimenti, MOAH, MOSH, silici porose modificate riciclabili
  Vantaggi
Produzione di imballaggi alimentari a base cellulosica a basso contenuto di oli minerali; Facilità di taglio del cartoncino e di assemblaggio in assenza di componenti multilayer; Facilità di recupero della silice che, grazie al suo basso peso specifico, galleggia in acqua; Possibile rigenerazione termica della silice esausta e riciclo; Processo adattabile alle comuni linee produttive di cartiera senza dover introdurre modifiche sostanziali; Nessuna modifica al colore naturale della cellulosa; Riduzione della deforestazione grazie all’aumento dell’impiego di fibra di cellulosa proveniente da riciclo; Abbattimento del COD nelle acque reflue di cartiera.
  Applicazioni
Packaging alimentare. Cartone ondulato (packaging terziario per alimenti). Prodotti da forno tradizionali (panettoni e colombe solitamente confezionati ancora caldi in cartoncino altamente contaminato da idrocarburi). Decontaminazione di acque naturali, sintetiche e industriali. Rimozione di componenti volatili da ambienti chiusi (indoor).
  Stadio di sviluppo
Impianto pilota di laboratorio. La silice in polvere ha ottima affinità per gli oli minerali (Buscaroli at al. 2017). Sintetizzata come monolita, presenta buona resistenza meccanica e idrotermale. Da terminare le cinetiche di adsorbimento degli oli minerali in funzione della temperatura della soluzione acquosa.
  Immagine n° 1
  Immagine n° 2
  Immagine n° 3

Sei interessato ad incontrare l’inventore di questo brevetto durante la sessione B2B del 7 maggio?
Registrati e prenota un appuntamento!
Se sei già registrato procedi direttamente cliccando il pulsante PRENOTA

 

Promosso da

Organizzato da

In collaborazione con

Corriere della Sera

 

Con la partecipazione di

Con il patrocinio di

 

 

 

InnovAgorà © All Rights Reserved