To Top

 

  TitoloRiciclare meglio i pannelli fotovoltaici
  Sommario
Questa invenzione migliora le attuali capacità di separazione tra il vetro e le celle in silicio contenute nei pannelli fotovoltaici.
  Stato della tecnica
Negli ultimi vent’anni milioni di pannelli sono stati installati in Europa, ed in Italia in particolare. La vita utile stimata di questi moduli è 25-30 anni sebbene quella reale sia di circa 15. Infatti i prezzi inferiori e la maggior efficienza dei nuovi moduli sul mercato stanno facendo sostituire anticipatamente i vecchi moduli installati, cui si aggiungono anche quelli danneggiati da fenomeni meteorologici intensi. Inizia quindi a presentarsi il problema dello smaltimento di questo tipi di rifiuti, destinato ad aumentare esponenzialmente nei prossimi anni: perché non finiscano in discarica indifferenziati è necessario mettere a punto sistemi sempre più efficienti per separare i molteplici materiali di cui sono composti. La maggior parte dei pannelli fotovoltaici sono composti da un supporto in vetro (lastra temprata) di qualità ottica (quindi pregiato) attaccato ad una pluralità di celle fotovoltaiche. Essendo i pannelli fotovoltaici dei rifiuti apparsi solo recentemente, attualmente pochi metodi sono stati sviluppati per il loro trattamento ai fini di recuperare i materiali in essi contenuti e gran parte di questi processi non sono ancora stati industrializzati. Ai fini del recupero dei materiali costituenti il pannello, dopo il distacco del vetro dalle celle fotovoltaiche contenute nei moduli, vi è il problema della separazione di questi due componenti, che risultano suddivisi in frammenti di dimensioni e densità molto simili. A ciò aggiungasi il fatto che le celle in silicio sono estremamente fragili. Allo stato dell’arte sono descritti metodi che sfruttano flussi d’aria o tappeti vibranti che però male si adattano a questa separazione. Poiché il valore dei materiali recuperati è strettamente legato alla purezza degli stessi è inoltre molto importante che la separazione sia efficiente.
  Invenzione
Il metodo brevettato si è posto l’obiettivo di migliorare questo aspetto: il sistema studiato permette una facile separazione dei materiali presenti nel pannello tramite un procedimento semplice ma efficace. Grazie alla selezione molto accurata che si ottiene, le tipologie di materiale raccolte possono essere avviate al riutilizzo con un beneficio economico maggiore. Nel dettaglio il vetro può essere reimpiegato per le tipiche applicazioni mentre le celle in silicio possono essere trattate chimicamente recuperando così argento e silicio con buon grado di purezza.
  TitolaritàUniversità degli Studi di Padova
  Proprietà industrialeFamiglia di brevetto priorità Italia 102017000124793 (attivo PCT)
  E-mail di contattoinfo@unismart.it
  Telefono Contatto3938989858
  Tagscelle silicio, economia circolare, pannelli fotovoltaici, recupero materie prime, riciclo e recupero
  Vantaggi
Accurata separazione tra vetro e celle di silicio; Aumento del valore del materiale recuperato; Evita lo smaltimento in discarica dei rifiuti fotovoltaici; Impianto realizzabile con costi contenuti.
  Applicazioni
Impianti industriali per lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici; Sistemi per recuperare le materie prime dai pannelli fotovoltaici.
  Stadio di sviluppo
Il processo è stato validato su alcuni pannelli in silicio da 60 celle (dimensioni 165x99cm) ed ha dato buoni risultati sia in termini di efficacia del processo che in termini di purezza dei materiali ottenuti. La tipologia di pannelli suddetti rappresenta il 90% dei pannelli installati in Italia. Ad oggi il brevetto non è stato commercializzato ma si sta realizzando un impianto pilota (progetto RESiELP) per verificare l’efficacia del metodo a TRL 7. Inoltre è stata presentata l’estensione PCT per la protezione della proprietà intellettuale anche all'estero, in vista di una sua valorizzazione commerciale.
  Immagine n° 1
  Immagine n° 2
  Immagine n° 3

Sei interessato ad incontrare l’inventore di questo brevetto durante la sessione B2B del 7 maggio?
Registrati e prenota un appuntamento!
Se sei già registrato procedi direttamente cliccando il pulsante PRENOTA

 

Promosso da

Organizzato da

In collaborazione con

Corriere della Sera

 

Con la partecipazione di

Con il patrocinio di

 

 

 

InnovAgorà © All Rights Reserved