To Top

 

  TitoloComposizione di rivestimento con attivita’ antimicrobica e antisalina
  Sommario
La presente invenzione riguarda la formulazione di una composizione di rivestimento eco-compatibile con una attività combinata antimicrobica ed inibitoria verso la formazione di sali, la sua applicazione per il trattamento di varie superfici (p.es. intonaci, malte, laterizi, pietre naturali) – anche storiche – e un procedimento per la sua preparazione.
  Stato della tecnica
Non sono disponibili né brevetti depositati né prodotti sul mercato con tipologia simile a quella della presente invenzione, ovvero che posseggano contemporaneamente proprietà inibitorie nei confronti della cristallizzazione salina e della carica batterica presente nei materiali da costruzione. Inoltre, è noto dai documenti brevettuali disponibili che le micro e nanoparticelle di ossido di zinco hanno un’attività antimicrobica, mentre i documenti brevettuali riferibili all’uso di inibitori di cristallizzazione o ad azioni di desalinizzazione, in generale, fanno riferimento ad un campo tecnico lontano rispetto all’ambito di applicazione della presente invenzione, presentano caratteristiche di inquinanti ambientali e di tossicità per l’uomo e per l’ambiente terrestre/acquatico e/o si rivelano inefficaci e/o troppo costose, in quanto non adeguate per una conservazione a lungo termine e per il trattamento di grandi superfici.
  Invenzione
La presente invenzione riguarda la formulazione di una composizione di rivestimento in forma di una sospensione acquosa a base di micro- e nano-bastoncini di ossido di zinco e almeno un composto organico derivabile da risorse rinnovabili e biodegradabile, con una attività combinata antimicrobica ed inibitoria verso la formazione di sali, la sua applicazione per il trattamento di varie superfici – anche storiche e archeologiche – e un procedimento per la sua preparazione. La composizione della presente invenzione è in particolare adatta ad essere utilizzata per la durabilità dei materiali, in particolare dei materiali porosi, quali ad esempio intonaci, malte, laterizi, pietre naturali (p.es. di natura carbonatica o silicea), eccetera. Ulteriore caratteristica e vantaggio della presente invenzione è la agevole applicazione della composizione di rivestimento sulle diverse superfici da parte degli addetti ai lavori.
  TitolaritàUniversità degli Studi di Perugia; Sapienza Università di Roma;
  Proprietà industrialeBrevetto in Europa n. WO2017/125388
  E-mail di contattograzia.santucci@unipg.it
  TagsIntonaci, malte, rivestimento, materiali porosi, zinco, antimicrobico, antisale, conservazione beni culturali.
  Vantaggi
Eco-compatibilità; facilità di applicazione sulle superfici con metodi noti; elevata capacità inibitoria di cristallizzazione salina combinata con notevole proprietà antimicrobica (prodotto «due in uno») ; non invasività; efficacia a basse concentrazioni
  Applicazioni
a) Edilizia; b) conservazione dei Beni Culturali (Beni costruiti, incluso siti archeologici); c) prodotti e materiali per nautica; d) manutenzione di pavimentazioni stradali
  Stadio di sviluppo
Concetto provato: azione combinata antisale e antimicrobica di una composizione di rivestimento a base di sospensione acquosa di acido fosfocitrico e micro- e/o nano-bastoncini di ZnO su superfici di mattoni da costruzione. Stadio sperimentale: azione di composizioni a base di sospensione acquosa di composti organici rinnovabili e micro- e/o nano-bastoncini di ZnO su superfici di materiali porosi e non porosi diversi dai mattoni di costruzione.
  Immagine n° 1
  Immagine n° 2
  Immagine n° 3

Sei interessato ad incontrare l’inventore di questo brevetto durante la sessione B2B del 7 maggio?
Registrati e prenota un appuntamento!
Se sei già registrato procedi direttamente cliccando il pulsante PRENOTA

 

Promosso da

Organizzato da

In collaborazione con

Corriere della Sera

 

Con la partecipazione di

Con il patrocinio di

 

 

 

InnovAgorà © All Rights Reserved