To Top

 

  TitoloApparato per la denocciolatura delle olive
  Sommario
L’invenzione si applica prevalentemente nella lavorazione di olive da olio e consente di separare le polpe dei frutti dai rispettivi noccioli, operando per abrasione e costrizione a bassa velocità. Questo apparato consente di ottenere una pasta di olive denocciolate con migliori caratteristiche reologiche rispetto a quella ottenuta mediante macchine centrifughe di tipo tradizionale, con potenziali migliori efficienze e rendimenti delle successive fasi di estrazione dell’olio.
  Stato della tecnica
I sistemi per la molitura e l’estrazione degli oli di oliva prevedono la lavorazione di olive intere, compresi i noccioli; questi, nella fase di gramolatura, sviluppano attività enzimatiche lipossidasiche che modificano le caratteristiche organolettiche degli oli e ne pregiudicano stabilità e conservabilità. La molitura di olive denocciolate porta ad estrarre oli di maggiore stabilità e migliori caratteristiche nutraceutiche e sensoriali, rispetto agli oli ottenuti dalla molitura di olive intere.
  Invenzione
Il problema tecnico risolto dall’invenzione è separare la polpa dai noccioli delle olive da olio, limitando le sollecitazioni sulla polpa per ottimizzare i rendimenti di estrazione e salvaguardare la qualità e le peculiari caratteristiche di origine nel prodotto finito. L’apparato consta di una camera di lavorazione, a percorso obbligato e volume progressivamente decrescente, in cui il moto relativo tra i corpi macchina  determina una azione simultanea di compressione e abrasione reciproca delle olive presenti al suo interno, che porta alla separazione delle polpe dai noccioli. Le polpe sono quindi estruse per compressione attraverso appositi fori calibrati nella base del corpo macchina, mentre i noccioli vengono convogliati ed espulsi perifericamente allo stesso.  L’altezza dell’intercapedine di espulsione, corrispondente al volume minimo della camera di lavorazione, è regolabile in funzione del diametro trasversale medio dei noccioli delle olive da processare. La macchina è configurata per lavorare a bassa velocità, anch’essa regolabile, tale da evitare surriscaldamenti ed emulsioni  delle paste di oliva, con potenziali benefici ed ottimizzazioni delle successive fasi di estrazione dell’olio.
  TitolaritàConsiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria
  Proprietà industrialeIT102018000006120
  E-mail di contattobrevetti@crea.gov.it
  TagsProduzione oli alimentare, industria alimentare, estrazione oli
  Vantaggi
Riduzione dei fenomeni di surriscaldamento ed emulsione Migliori caratteristiche reologiche delle paste di oliva Potenziali ottimizzazioni delle fasi di estrazione degli oli Massimizzazione delle caratteristiche organolettiche e nutraceutiche degli oli estratti Ottenimento di noccioli integri e puliti, come materia prima seconda per ulteriori utilizzi (energetico, farmaceutico, cosmetico)
  Applicazioni
Separazione di polpe di frutti dai rispettivi noccioli, con recupero separato dei costituenti Tipicamente, ottenimento di paste di olive denocciolate per l’estrazione di oli di pregio Sostituzione di frangitore/molazze negli impianti di estrazione degli oli di oliva (frantoi oleari)
  Stadio di sviluppo
Prototipo
  Immagine n° 1
  Immagine n° 2
  Immagine n° 3

Sei interessato ad incontrare l’inventore di questo brevetto durante la sessione B2B del 7 maggio?
Registrati e prenota un appuntamento!
Se sei già registrato procedi direttamente cliccando il pulsante PRENOTA

 

Promosso da

Organizzato da

In collaborazione con

Corriere della Sera

 

Con la partecipazione di

Con il patrocinio di

 

 

 

InnovAgorà © All Rights Reserved